Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter di FCA Press e resta aggiornato su tutte le novità.

18 mar 2020

FCA sospende la produzione in Nord America in risposta all’emergenza COVID-19

FCA sospende la produzione in Nord America in risposta all’emergenza COVID-19

 

In collaborazione con la United Auto Workers (UAW) e dopo aver ascoltato le preoccupazioni delle nostre persone, abbiamo deciso di sospendere la produzione nei nostri stabilimenti in Nord America, a partire progressivamente da oggi e fino alla fine di marzo. Durante il periodo di sospensione produttiva, la Società implementerà azioni per facilitare le misure concordate dalla task-force congiunta tra la UAW e i costruttori. Durante questo periodo, che valuteremo nuovamente alla fine di questo mese. FCA apporterà interventi alle attività produttive per facilitare i cambiamenti concordati con la UAW, tra cui strutture e orari dei turni e interventi di igienizzazione intensificati.

Mike Manley, Amministratore Delegato di FCA, ha così commentato la decisione: “In collaborazione con la UAW, e dopo aver visitato molti dei nostri stabilimenti ieri, dobbiamo assicurarci che i nostri dipendenti si sentano sicuri sul posto di lavoro e che tutte le misure possibili siano adottate per garantire la loro protezione. Continueremo a fare ciò che è giusto per le nostre persone durante questo periodo di incertezza”.

Mentre ci concentriamo sulla salute e sicurezza dei nostri lavoratori stiamo anche valutando l’impatto sulla nostra attuale guidance finanziaria di tutte le misure assunte all’interno della società e delle condizioni macroeconomiche collegate all’emergenza Coronavirus. Forniremo un aggiornamento sulla nostra guidance finanziaria quando avremo completato tale valutazione ed avremo sufficiente visibilità sulle condizioni di mercato.

 

Londra, 18 marzo 2020

 

Per ulteriori informazioni:
tel.: +39 (011) 00 63088
Email: mediarelations@fcagroup.com
www.fcagroup.com

 

Questo comunicato stampa contiene dichiarazioni previsionali (“forward-looking statements”). Queste dichiarazioni sono basate sulle attuali aspettative e proiezioni del Gruppo relativamente ad eventi futuri e, per loro natura, sono soggette ad una componente intrinseca di rischiosità ed incertezza. Sono dichiarazioni che si riferiscono ad eventi e dipendono da circostanze che possono, o non possono, accadere o verificarsi in futuro e, come tali, non si deve fare indebito affidamento su di esse. I risultati effettivi potrebbero differire significativamente da quelli contenuti in dette dichiarazioni a causa di una molteplicità di fattori, incluse la volatilità ed il deterioramento dei mercati, del capitale e finanziari, una ricaduta della crisi del debito sovrano in Europa, variazioni nei prezzi delle materie prime, cambiamenti nelle condizioni macroeconomiche e nella crescita economica ed altre variazioni delle condizioni di business, di natura atmosferica, per inondazioni, terremoti o altri disastri naturali, mutamenti della normativa e del contesto istituzionale, difficoltà nella produzione, inclusi vincoli nell’utilizzo degli impianti e nelle forniture, e molti altri rischi e incertezze, la maggioranza dei quali è al di fuori del controllo del Gruppo.

 

 

Iscriviti alla Newsletter.

ISCRIVITI ORA